Crema alle nocciole senza zucchero

Antidepressivo naturale, stimolatore di serotonina che crea dipendenza, questo e molto altro in un barattolo di crema alle nocciole senza zucchero. No, non la nutella! Ma la mia più sana versione al 70% di nocciole.

La storia vuole le sue origini nel XIX secolo a Torino con il nome di crema gianduia. La ricetta originale ha poi subito negli anni diverse modifiche tra le quali una drastica riduzione di frutta secca. Oggi deve la sua notorietà alle aziende che ne hanno fatto un prodotto cult, ma perchè non provare un ottima crema di nocciole fatta in casa.

Se ti riesce difficile immaginare di poterla preparare in pochi minuti a casa, armati di un buon frullatore e segui attentamente la facile ricetta che ti propongo. Oltre ad essere ottima a cucchiaiate puoi utilizzare questa crema in tantissimi modi, sulla classica fetta di pane, in torte e crostate, nei porridge, sulla frutta.

Ho aggiunto alla crema alle nocciole senza zucchero un pò di olio di semi per emulsionare ma in compenso non contiene nessun tipo di dolcificante aggiunto ed è anche senza lattosio.

Non solo crema, le nocciole sono ottime anche come ingrediente di torte e crostate, dai un occhiata al semifreddo con fragoline di bosco o la crostata crumble.

Crema alle nocciole fatta in casa

Ti servono:

  • 350 g di nocciole (vanno bene con la buccia)
  • da 50 a 100 g di cioccolato fondente*
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • da 15 a 35 ml di olio di semi di mais (o cocco)*

* secondo gusti/esigenze personali

Procedi così:

  1. Trita finemente le nocciole (puoi tostarle oppure no) poi aggiungi l’estratto di vaniglia e a filo il cioccolato fondente sciolto.
  2. Continua a tritare a più step, finché non ottieni una crema sufficientemente liscia o comunque adatta ai tuoi gusti. Il trucco è tritare a lungo finché le nocciole non rilasciano il loro olio naturale e la crema comincia ad assumere un aspetto fluido. Ogni tanto ferma il mixer e spatola sul fondo l’impasto di nocciole rimasto attaccato sui bordi.
  3. Aggiungi l’olio e trita ad alta velocità per un altro paio di minuti.

N.B. Io non uso zucchero nella mia crema ma se destinata a bambini, o se ti piacciono i sapori dolci, puoi anche valutare di aggiungerne 2/3 cucchiai. La stevia non è indicata perché il suo retrogusto di liquirizia impatta notevolmente sul sapore delle nocciole e la vaniglia.